Una terra di libri: Bondeno e il suo patrimonio culturale tra passato e futuro

A Bondeno un convegno nazionale per celebrare i 550 anni della stampa del primo libro a caratteri mobili in Italia, avvenuta a Bondeno nel 1463

Il Comune di Bondeno in collaborazione con l’IBC-Soprintendenza per i Beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna e con l’Associazione Bondeno cultura hanno organizzato, il 23 e 24 giugno 2013 a Bondeno, un convegno nazionale per celebrare i 550 anni della stampa del primo libro a caratteri mobili in Italia, avvenuta a Bondeno nel 1463.
E’ il cosiddetto frammento Parsons-Scheide, dal nome dei due collezionisti che lo acquistarono rispettivamente nel 1927 e nel 1998. Si tratta di otto carte di un’edizioncina illustrata, la Preghiera sulla Passione di Cristo, che propone una traduzione originale italiana (in un volgare con forti presenze di latinismi e toscanismi) di un originario Leiden Christi tedesco. Il dibattito sul frammento ha avuto un sussulto in anni recenti quando Piero Scapecchi, che ha partecipato ai lavori del convegno, ha sostenuto la datazione Bondeno 1463, da cui il primato nazionale per la località ferrarese.
La ricorrenza dei 550 anni del frammento è stata anche l’occasione per presentare alcuni studi di approfondimento sul tema della stampa, la “rivoluzione inavvertita” come è stata definita dagli studiosi del settore, e per analizzare il contesto storico, artistico e archeologico di Bondeno fra il Quattrocento e il Cinquecento.
Durante i lavori del convegno sono state inoltre proposte altre iniziative che avevano come tema la stampa, i libri, le tecniche originali di stampa e la comunicazione, con un particolare riferimento all’area ferrarese. Si è cercato anche di illustrare come le nuove risorse informatiche – e specificatamente internet – sono in grado di “porsi al servizio” della cultura, con particolare riguardo per il libro antico, rendendone la conoscenza e la fruizione più veloci e accessibili a tutti.

Pinacoteca Civica “G. Cattabriga” di Bondeno

Programma :
Domenica 23 giugno 2013 ore 16,00
BONDENO NEL QUATTROCENTO
Tra storia, arte e archeologia
ore 16,00 Saluto delle Autorita’
ore 16,15 Enrico Peverada “Don Francesco da Fiesso arciprete di Bondeno (1451- 1483)”
ore 16,45 Aldo Galli – Matteo Mazzalupi “Sulle tracce di don Paolo Moerich, chierico e scultore”
ore 17,15 Simone Bergamini – Daniele Vincenzi “Frammenti del Rinascimento bondenese: fra cronaca e archeologia”
ore 17,45 Mauro Calzolari ” Topografia del castello di Bondeno dal XIV secolo agli inizi del XVI: il contributo delle fonti scritte”
ore 18,30 Andrea Calanca “Strutture difensive e manufatti idraulici del castello di Bondeno dal XVI secolo alla metà del XVIII”

Lunedì 24 giugno 2013 ore 16,00
UNA TERRA DI LIBRI.
Tipografi ed editori tra Bondeno e Ferrara
ore 16,00 Saluto delle Autorita’
ore 16,15 Piero Scapecchi “Il frammento Parsons-Scheide e gli inizi della tipografia in Italia”
ore 17,00 Lorenzo Baldacchini “Volgare o latino? L’apparition du livre tra Bondeno e Subiaco”
ore 17,45 Daniele Biancardi “Giovanni Mazzocchi, cartolaio, libraio ed editore di Bondeno a Ferrara e Mirandola”
ore 18,15 Zita Zanardi “Il moderno per l’antico”
Con la presidenza di Rosaria Campioni

Riprese e montaggio video di Andrea Samaritani